Notturno italiano #2

È sera. Si è fatta sera qua in soggiorno. Le ore in questi giorni passano veloci. La luce del pomeriggio è solo un ricordo. Ma nonostante questo, nessuno accende una luce: solo così viaggia l’immaginazione, per compensare la vista mancata. E allora, per tipi come me, inizia un nuovo viaggio, una nuova introspezione. “Dove vaiContinua a leggere “Notturno italiano #2”

Notturno Italiano #1

È mattina. Una stanza piena di libri. Una luce calda che esce dalla lampada di vetro colorato, un poco attenuata ma sufficiente a creare un’atmosfera di pace. Al centro un tavolino di legno scuro, preda dei mille giornali da cui solo col tempo riesce a liberarsi. Un tappeto, che nei suoi decenni in casa haContinua a leggere “Notturno Italiano #1”