Guarigione

#2 POPULISMO DILAGANTE

Fiammetta Tesi


“Un processo di guarigione è bello da vedere. Somiglia al mutare delle stagioni. Le stagioni non cambiano mai in meglio. Semplicemente, seguendo un corso naturale, le foglie cadono e ricrescono, il cielo si fa più azzurro e più profondo.”
(Delfini, Banana Yoshimoto)


Leggendo queste parole nero su bianco, tratte da uno dei racconti di Banana Yoshimoto, ho sentito come uno strano ronzìo alle orecchie. Il biglietto affidato alle onde, all’interno di una bottiglia di vetro, era giunto al suo porto: alla sua destinazione. Mai come in questo passaggio comprendo come Uomo e Natura, binomio studiato e odiato ai tempi liceali, siano invece interessati da una forte sinergia. Per entrambi, il tempo segue logiche cicliche, un corso di eventi che si rincorrono vorticosamente.

Seguendo il loro corso naturale, anche i fiori di Amaryllis rapidamente rinsecchiti hanno compiuto il loro volo. Come punto di atterraggio hanno scelto le mie dispense, e la loro caduta è stata tanto romantica, da portarsi dietro un velo di emozione. Ma questa era solo apparentemente una fine. La Natura ha una tale capacità di reinventarsi, di rinascere sotto altre forme, che l’uomo non può far altro che imparare da essa. E difatti, la “femmina nuda”, come ho recentemente scoperto essere il suo soprannome istituzionale, ha deciso che era tempo di vestirsi.

Risentendo forse di questi climi freddi, è infatti passata a un’altra fase della sua esistenza, dandomi la possibilità di conoscere una nuova versione di sé. E invece di ripensare drammaticamente ai fiori che si era lasciata indietro, mi ha stupito con la crescita delle foglie. Questo nuovo periodo, quello delle lunghe foglie verdi, è più duraturo di quello dei fiori. Il primo regalava per così dire un piacere effimero, momentaneo, di cui si assaporava già la fine. Quest’ultimo invece, che pure scorre più lento, dà l’idea di una costanza e di continuità nella quale anche l’animo si rasserena.

Non temo più che muoia da un momento all’altro, non vivo più l’eccitazione dei primi momenti: credo nelle sue radici e nel suo vigore e ne vengo investita anche io. Per ogni foglia che ingiallisce, progressivamente raggiunta da meno linfa, ve ne è un’altra che timidamente si affaccia alla vita, e mi saluta. Non bisogna pensare che le foglie siano ogni giorno al pieno del loro splendore, che siano sempre nella stessa perfetta posizione. Talvolta cambiano inclinazione, e mi accorgo che mano a mano che crescono in lunghezza, e risentono del loro stesso peso, tendono a incurvarsi verso il basso. Come se si sentissero incapaci di reggere il peso della crescita. E ancora una volta non posso che trarne insegnamento.

E ripenso a quei giorni in cui il sovraccarico emotivo ha la meglio sulle nostre forze: non si ha voglia di muovere un passo, e osserviamo la realtà dietro un filtro color seppia. Dunque reagiamo afflosciandoci un po’. Non dura per sempre, solo qualche momento. Ama viene poi innaffiata e torna in sé, e anche noi, in fondo, troviamo la spinta in noi stessi. Risaliamo la cima con le nostre sole forze.

E allora è un sapore nuovo, quello che si percepisce. E a suo modo unico. Si viene investiti da questa onda di speranza e di novità che colora diversamente le giornate. Si viene travolti, inconsapevolmente, dalla ciclicità della vita, e dal continuo e positivo reinventarsi che essa impone. Ogni giorno diventa un nuovo passo in avanti, un nuovo punto di svolta. La pagina bianca. La matita ben temperata, pronta all’uso. La mente sgombra, per essere riempita di pensieri. E infine, la nuova strada da percorrere nel processo di guarigione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: