Alterità o illusione?

EXTRA

Elena Fava


È evidente che Est e Ovest sono costruzioni arbitrarie, convenzionali, cioè storiche, poiché fuori della storia reale ogni punto della terra è Est e Ovest nello stesso tempo.”

Da ormai più di due secoli la nostra percezione dell’Oriente è stata alterata dalle carte geografiche che pongono l’Oriente ad Est dell’Europa. Questa convenzione socio-culturale come è stata definita da Antonio Gramsci nel 1933 ha fatto si che si cristallizzassero le nozioni di Oriente e Occidente e che diventassero “oggettivamente reali”, quando in realtà a pensarci bene non sono altro che invenzioni geopolitiche.

Il fatto di pensare all’Oriente come un luogo magico, esoterico, sensuale, tirannico e retrogrado, deriva da ciò che Edward W. Said definisce nel suo libro con il termine Orientalismo. Secondo Said l’Orientalismo è: “L’insieme delle istituzioni create dall’Occidente al fine di gestire le proprie relazioni con l’Oriente, gestione basata oltre che sui rapporti di forza economici, politici e militari, anche su fattori culturali, cioè su un insieme di nozioni veritiere o fittizie sull’Oriente.”

L’Orientalismo degli ultimi due secoli, pur essendo mutato nel tempo, combacia con l’inizio dell’imperialismo trasformatosi poi in colonialismo, ed è stato necessario, secondo gli europei, per descrivere, studiare ed analizzare ogni aspetto della vita e del carattere dei (s)oggetti orientali, affinché potessero essere conosciuti, giudicati e comparati agli occidentali. Il giudizio che stava alla base della necessità di descrivere gli orientali, lo ritroviamo in un famoso inciso di Karl Marx, che affermava: “ (Gli orientali) non possono rappresentare se stessi, devono essere rappresentati”.

Questa percezione dell’orientale si è sviluppata nel tempo ed ha portato a quello che Michelle Foucault definì in “Le Parole e Le Cose”, come La Pratica Millenaria del Medesimo e dell’Altro, il tendere cioè a dividere e a separare da “me” (medesimo)ciò che viene percepito come “diverso da me” (ovvero, l’Altro). La percezione del diverso porta a vedere un’altra cultura o religione, in questo caso quella orientale, come sbagliata o inferiore proprio perché c’è la tendenza (irrazionale) a ricercare qualcosa nel mondo che sia “Identico a me” (in questo caso all’Occidente), ma non riuscendo a trovare questa “identicità” (poiché impossibile), definiamo l’altro come diverso che spesso è sinonimo di sbagliato.

La citata pratica millenaria del medesimo e dell’altro ci fa comprendere il perché nel XVIII e XIX secolo si sia iniziato a parlare di una fantomatica “Mentalità Orientale” e di come semplici ragionamenti di pensiero avvenissero in modo diverso, se non opposto, nella mente di un non-occidentale. A sostegno di questo paradosso, riporto un passo che possiamo ritrovare in “Modern Egypt” del 1907, dell’ufficiale e politico britannico Evelyn Baring (conosciuto anche come Lord Cromer), nel quale afferma: “La mente dell’orientale, come le pittoresche strade delle sue città, in modo caratteristico manca di simmetria. […] “loro” sono spesso incapaci di trarre le più ovvie conclusioni da premesse anche semplici, delle quali abbiano ammesso la verità.” Vengono inoltre descritti come “privi di iniziativa” e propensi ad una “stucchevole adulazione, all’intrigo e alla calunnia”.

Questa caratterizzazione della percezione del diverso come pericolo o come un qualcosa di sbagliato, potrebbe farci riflettere su quanto abbia inciso fino ad oggi sui nostri rapporti con l’altro, e magari tentare di colmare quel gap troppo profondo tra “noi” e “loro” con un semplice Noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: