Il matto che chiude la partita

EXTRA

Annalù Tampellini


Due perenni sconosciuti

due anime gemelle di corpo

si incontrano

di notte

masticando

ancora gli ultimi residui

della vita appena salutata

si riconoscono

dentro una stanza

dove contiene tutti i passaggi quotidiani di lui

nascosti dall’indifferenza di lei

tristezza e piacere

sono due colori

che mischiati insieme

non danno sfumature

il giorno arriva

la stanza si chiude

un ricordo galleggia

una domanda

come si fa a chiudere una partita che non hai mai aperto?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: